Come Dormivamo? Il cuscino attraverso la storia.
Gli antichi greci

Gli antichi greci erano grandi credenti nel potere riparatore del sonno e del riposo. Hypnos, il loro dio del sonno era visto come un antidoto ad ogni dolore, sofferenza e malumore. Ciò che il sonno fa per il corpo, i sogni fanno per la mente. I sogni consentono alla mente di rigenerarsi e risolvere tutti gli stress fisici e mentali, i problemi e le tensioni del giorno precedente.

A differenza dei loro predecessori di cui abbiamo parlato abbandonarono l’idea del cuscino rigido e adottarono per primi un panno imbottito di materiali come cotone , canne o paglia, mentre le famiglie con maggiore disponibilità economica usavano piume morbide.
Questi cuscini erano i veri antenati di quelli utilizzati da noi oggi. Furono i primi anche ad utilizzare un letto,nella sua forma più semplice, formato da un fusto sostenuto da quattro piedi e traverse congiunte a formare una cassa che si prolungava in una spalliera

Omero nei suoi scritti dice che Morfeo , dio dei sogni, passerebbe la maggior parte se non tutto il tempo addormentato in una grotta piena di papaveri e che userebbe proprio un papavero per entrare in contatto con gli uomini ed entrare nella loro mente e controllarne i pensieri.

 

 

Anche noi pensiamo che ci sia una stretta connessione tra il sonno e la natura e che i fiori abbiamo un forte potere calmante e curativo per il nostro corpo e per la nostra psiche.